“Tratti”, il nuovo disco dei “Treason Trauma”

E’ disponibile dal 15 marzo 2018, edito da ‘Revubs’, il nuovo album dei ‘Treason Trauma’ dal titolo ‘Tratti’.
Tratti di ogni cosa, di ognuno, di ogni sensazione, di ogni sentimento. Tratti comuni a tutti noi, tratti generali dell’essenza dell’uomo. Tratti che delineano le somiglianze tra le persone, che sono molte di più di quante ne immaginiamo. Altri tratti, differenti, che dividono e stagliano.
“L’assenza di differenza che imprigiona la nostra generazione è estremamente difficile da
avvertire, figurarsi da combattere. Questo disco la canta, o almeno prova a farlo. Questo disco è rock, perché si è pensato che questo messaggio necessiti di un linguaggio universale, diretto e tagliente come il suono delle chitarre elettriche che abbiamo usato”.
Il brano scelto come primo singolo, del quale è stato realizzato anche un videoclip, è ‘La Variopinta Galera’.
Un pezzo scritto di getto, in una fredda sera di inverno, fuori da un noto locale della Versilia.
“La Variopinta Galera può sì essere la stanza di quel locale, ma anche qualsiasi altro posto dalle sembianze accattivanti ma vuoto di contenuto”.
Le ragazze nel videoclip si aggirano per la città senza capire realmente quello che stanno facendo, più che altro mosse nell’azione dall’imitazione degli altri. Nel frattempo, i ragazzi della band hanno deciso di montare la loro attrezzatura tra le rovine di un borgo abbandonato perché sono stufi di veder entrare la gente nei locali dove vanno a suonare solo dopo il concerto, quando arriva il Dj Set.
“E poi, la stessa storia. Le stesse facce divertite ballano sulle note delle solite canzoni negli stessi locali, tutti i fine settimana, in tutte le città d’Occidente”.
La passione, il sudore, l’emozione di una nota stonata, di una novità, di un imprevisto, di una valvola incendiata, i fischi del feedback, i fischi del pubblico. Questo è il rock. Per dirla con Francesco Gabbani: “I dischi non si suonano, sono già suonati”!
“L’appiattimento culturale è servito: dobbiamo scegliere se ribellarci o raccogliere i suoi frutti”.

CREDITS

Disco prodotto da Treason Trauma e Revubs.
Registrato e mixato da Leonardo Lombardi presso lo studio de La Clinica Dischi a Sarzana (SP).
Mastering a cura di David Campanini presso il Sonic Lab Studio di La Spezia.
Progettazione grafica/Artwork: GJ.Erk e Luigi Staibene.
Foto: Martina Cesarini.
Videoclip: Giulio Bellettini e Giada Durando.
Promozione e distribuzione: Revubs e Worilla-Press&Promotion.

LINE UP

Simone Stagi: voce, chitarra
Luigi Buonpensiere: chitarra, cori
Simone Perilli: basso
Giovanni Ross Campi: batteria

TRACKLIST

01. Offerte d’Aria
02. Comodi
03. Psychedelic Love
04. La Variopinta galera
05. Borderline
06. Tratti
‘7. L’Orologio
‘8. Supernova