“Suite: Wounded Love / Lilies” è il nuovo singolo di The Sleeping Tree

Un viaggio della durata di quasi 13 minuti all’interno di un lento e sinusoidale brano, che ha come protagonisti solo la voce e la chitarra di The Sleeping Tree. “Suite: Wounded Love / Lilies” è una vera e propria composizione fatta di tre macro-atti: una prima parte più delicata che permette all’ascoltatore di entrare lentamente nell’esperienza del brano, una seconda parte invece che stacca e si distanzia dal percorso appena intrapreso attraverso un arpeggio di chitarra veloce e a tratti isterico che sfocia nella terza e ultima parte che, come una sintesi hegeliana, raccoglie gli spiriti delle due precedenti parti in un momento intimo che in con graduale crescendo si illumina fino a spegnersi con il finire del brano.

“Suite: Wounded Love / Lilies” è, come svela il titolo stesso, una suite musicale composta da tre movimenti. La durata di quasi 13 minuti, che so bene essere in totale controtendenza con le scelte discografiche del momento, è già in sé uno statement e una richiesta di prendersi il tempo per ascoltare. È anche il frutto di una pianificazione compositiva precisa: questa suite nasce dalla fusione di due macro-canzoni (Wounded Love e Lilies, per l’appunto) che ho composto in momenti distinti e ho poi successivamente fuso assieme. Tuttavia, in entrambe sono stati usati alcuni degli stessi elementi compositivi musicali (temi e giri armonici). Ho strutturato invece il testo secondo un’ulteriore suddivisione in 5 parti, che si rifanno alle fasi di rielaborazione del lutto teorizzate in psicologia, che ho applicato al superamento del dolore per la fine di una relazione sentimentale.
Le atmosfere spaziano da influenze più propriamente cantautorali (á la Jackson Browne) a panorami sonori molto diversi tra loro (le chitarre evanescenti dei Sun Kil Moon e le incursioni folk dei Led Zeppelin). Tutto questo confluisce lentamente verso un climax finale, che canta di speranza e riconciliazione.”

The Sleeping Tree, nome d’arte di Giulio Frausin, nasce a Pordenone nel 1986. Al basso con i Mellow Mood dal 2005, è tra i curatori de La Tempesta Dub, braccio in levare dell’omonima più famosa etichetta indipendente italiana. Lontano dalle atmosfere caraibiche a cui è più frequentemente associato, ha pubblicato a nome The Sleeping Tree diversi lavori, l’ultimo dei quali, “Painless”, è un album uscito nel 2013 per La Tempesta International. Dopo una pausa durata otto anni, in cui si è dedicato principalmente ad impegni concertistici e discografici, nel 2021 si è messo al lavoro con il produttore Paolo Baldini per registrare un disco intitolato “Timeline” e in uscita nella seconda parte del 2021. “Suite: Wounded Love / Lilies” è il primo singolo estratto dal nuovo lavoro.

“Suite: Wounded Love / Lilies” è stata scritta e arrangiata da Giulio Frausin. Il mix è stato curato da Paolo Baldini presso Alambic Conspiracy Studio di Pordenone e il master da Giovanni Versari. L’artwork della copertina è stato curato da Simone Penard-Philippe.