Red Roll – “At The End The Beginning”

Definirei i Red Roll come una band fondamentalmente punk rock, ma il termine in questione va anche ad includere altri tipi di influenze, dal metal, all’alternative . Quello che è sicuro è che non ci sono momenti di noia in questo loro nuovo parto discografico intitolato,“At The End The Beginning”, e accompagnato da una bella copertina old school.
Questi ragazzi, insomma, suonano un genere senza tempo, talvolta classificabile come crossover, quel crossover che qualche decennio fa spopolava con band come Green Day, Ramones, e che ora pare abbia pochissimi esponenti disposti ad armarsi di coraggio per riesumare uno stile musicale coraggioso e riportarlo in auge. I Red Roll non raggiungono i livelli di sperimentazione delle band che ho citato, in quanto il loro stile tende a cibarsi più di alternative metal e punk, ma comunque non sono del tutto assenti tentazioni rock allo stato puro, e questo rende il tutto piacevolissimo all’ascolto e non stereotipato.
Una linea vocale che si impone sul resto della strumentazione, riuscendo ad amalgamare ed esaltare il sound generale. Le canzoni hanno tutte un loro perchè e scivolano via energiche e suonate come Dio comanda. A mio avviso questo basta ed avanza per promuovere un disco come “At The End The Beginning”. Ma la cosa più bella di questo album è che pur non inventando nulla di nuovo (o almeno non di sana pianta), fa venire voglia, una volta finito, di essere riascoltato, e questo è sicuramente il segno che la band in questione ha molto da dire e che riesce ad instaurare con gli ascoltatori una certa alchimia. Aspettiamo già da ora il prossimo album per vedere ulteriori evoluzioni in casa Red Roll.

Tracklist:

  1. Red Lights
  2. Call Me Mad
  3. Your Truest Part
  4. The World Scream
  5. Colors