Nico Gulino – “Meglio Morir d’amore” (Recensione)

Cover“Meglio Morir d’amore” è il nuovo album di Nico Gulino pubblicato per Seahorse Recordings. Cinque tracce leggere che si collocano su una linea pop/cantautoriale. “A volte gli occhi” apre le danze in maniera dolce e quasi malinconica. “La musica non passa” è la traccia che alimenta il ritmo del cd rendendolo più allegro e ritmato, un buon intreccio creato da strumenti a fiato con un pianoforte squillante. Nico Gulino, continua questo suo viaggio proponendo brani pregiati sia per fattura che per contenuti, inserendo in alcuni casi anche buoni spunti swing, leggeri ma che riescono a lasciare il segno “Meglio Morir d’amore”. “Il Mondo Fuori” è decisamemte la traccia più movimentata di tutto il progetto, proponendo in questo caso, interessanti innesti ska, sempre senza esagerare, ma tutto molto light e ricercato. Questo nuovo lavoro di chiude con “Ogni Tanto”, una chitarra classica accompagna una linea vocale calda e leggera come una piuma tutto ben amalgamato da un pianoforte che riesce a dare il giusto contributo alla causa suonando note velate e dal sapore genuino, scaldando l’atmosfera con una sezione di archi che infonde piacere all’ascolto. Nico Gulino, ci ha regalato un buon prodotto semplice ma di efficace impatto, un sound maturo fatto di idee pregiate e per niente banali così come i testi.