Misto – Helios (Recensione)

Il nuovo disco di Misto rappresenta per il compositore genovese un vero e proprio balzo in avanti, come per dire: “Chi si ferma è perduto”.

Helios è un concentrato post rock il cui succo può esser servito in molteplici salse pronte per soddisfare i palati musicali di diversi tipi di ascoltatori: dagli amanti del prog al metal ed ovviamente al post rock.

Oltre la psichedelica Helios vero e proprio punto di forza dell’album possiamo notare come ogni traccia formi un vero e proprio disegno in cui si ci può rispecchiare dai titoli dei brani. Essenziale, dinamico e diretto, il sound di Misto arriva sicuramente anche all’ascoltatore medio che, potrà cominciare a scoprire alcune atmosfere quasi del tutto ignote al mercato musicale italiano grazie a questo disco.

In sostanza Helios rappresenta un ottimo secondo passo di un cammino pieno di psichedelia ed echi a dimostrazione del fatto che il panorama italiano è sempre più focalizzato verso nicchie di ascoltatori facenti parte di un contesto totalmente underground.

Scoprire Misto in un periodo storico in cui solo musica commerciale riesce ad imporsi nel mercato è davvero una gran bella cosa.