“MDMAI” è il nuovo singolo di Supertele fuori ora su tutti i digital stores

“MDMAI” è il nuovo singolo di SUPERTELE disponibile su tutte le piattaforme digitali.
Il brano è stato prodotto prodotto con Andrea Ravasio e la direzione artistica di Dj 2P (madman, gemitaiz, nerone, etc).
La canzone parla di nostalgia e rimpianti, di una vita in cui c’è sempre qualcosa di amaro da ingoiare, per poter guardare avanti. Eppure, come in un sogno lucido, presi dall’euforia di qualcosa di chimico e magico risuona una voce nella testa, che si risolve nel ritornello liberatorio “Mai dire Mai”: tutto è ancora possibile, anche sbagliare tutto altre diecimila volte.
“Il germe di questa canzone è nato qualche anno fa. In un viaggio in America, infatti, è venuto fuori il tema e la melodia del ritornello. L’idea è rimasta in un cassetto del mio cervello e in una cartella del mio computer per qualche tempo, come spesso (troppo) accade”. ⁣
Musicalmente il pezzo si muove tra atmosfere dreampop e nu-soul, esplodendo in un ritornello quasi pop-punk. Il tutto con l’attitudine Lo-Fi che contraddistingue il progetto.
“In quest’ultimo anno ci siamo ritrovati tutti a fare i conti, volenti o nolenti, con quello che abbiamo fatto fino ad oggi nelle nostre vite: cosa abbiamo lasciato per strada, cosa abbiamo ottenuto in cambio… e come è successo tutto così velocemente? Ed è nel momento di fare i bilanci che ho capito che i bilanci non hanno senso, almeno per come la vedo io. ⁣E mi sono ricordato che c’era nel cassetto una canzone che parlava proprio di questo”.

Supertele è il progetto musicale di Francesco Perrone, direttore creativo milanese in ambito street advertising e già dietro le quinte di numerose attività di comunicazione e videoclip in ambito musicale. Il filo conduttore della musica di Supertele (producer, autore e polistrumentista) è la nostalgia, intesa come scoperta, rielaborazione, attualizzazione di suoni del passato.
La musica che propone oscilla tra l’indie pop con tinte psichedeliche (Mac De Marco, Homeshake, Mild High Club) e incursioni Nu-Soul (Gus Dapperton, Clairo, Yellow Days) dal mood urban e lo-fi, dovuto al frequente uso di synth analogici e sample presi da vecchi vinili e da suoni della vita di tutti i giorni. Il mix è un sound ricco di sfaccettature e difficilmente incasellabile, libero di prendere direzioni diverse e inaspettate.