Mai Col Germani, il rock Made In Italy

Il progetto Mai Col Germani nasce nel 2016, a Tivoli, dall’idea di Michele Germani (voce) e Davide Di Marco (chitarra), una classica formazione rock, a cui si aggiunsero Mauro Cuomo alle tastiere e Federico Rocchi e Nicolò Angelini, rispettivamente batteria e basso.
Fin dalle prime prove cominciano a suonare e scrivere canzoni originali, girando di saletta in saletta ed organizzando i primi concerti su palchi a Tivoli e Roma.
Ben presto, i primi testi ironici, lasciano il posto a pensieri riflessivi ed impegnati, inseriti nel maggio del 2017, nel primo disco (EP) “Giusto Mai”. Con il crescere dell’attenzione del pubblico, e con una base operativa tutta loro, nascono altri due brani, sull’onda del demenziale, “Il sesto a calcetto” e “Mai Col”, usciti rispettivamente come singoli nel luglio e settembre del 2018.
“Maledetta Città” è il nuovo singolo della band, disponibile dal 15 giugno 2020. Esce il 15 settembre 2020, “Distante”, secondo singolo della band tiburtina, che anticipa l’uscita del primo album, distribuito da Alka Record Label.

CMZ: Ciao ragazzi, prima di tutto vogliamo sapere chi è questo Germani?
MCG:
Ciao! Germani sono io! Mi presento, sono Michele Germani e sono il cantante ed autore del gruppo Mai Col Germani. Ci chiamiamo così proprio per prendere in giro me, visto che sono una persona da evitare!

CMZ: “Malfidato”, è il vostro nuovo album! Che generi musicali possiamo ascoltare in questo lavoro?
MCG:
Malfidato contiene al suo interno dieci canzoni che cercano di toccare generi diversi ma comunque avendo sempre un’impronta pop rock e a volte anche folk. Il nostro intento per adesso è quello di non etichettarci con un genere preciso, ma è quello di divertirci e sperimentare il più possibile.

CMZ: Quali sono state le circostanze che hanno dato vita al progetto “Mai Col Germani?
MCG:
Il gruppo è nato nel 2016 per poter sviluppare nel modo migliore e poi riuscir a portare in giro le canzoni che avevo scritto fino a quel tempo. È stata una vera fortuna poiché non mi sarei mai aspettato di arrivare fino a qui, anche se la strada per il successo è ancora lunga!

CMZ: Elencateci cinque artisti o bands che hanno influenzato il vostro sound!
MCG:
È molto difficile, ma ci provo! Sicuramente Daniele Silvestri, Gli Afterhours, i Subsonica, Franco Battiato e per quanto riguarda il groove di Nic e Chicco (Basso e batteria) i Red Hot Chili Peppers.

CMZ: E poi l’incontro con la Alka Record Label!
MCG:
È stato un fulmine a ciel sereno, nel senso buono del termine, visto che ci siamo conosciuti nel mezzo della quarantena. È molto bello lavorare con Max e speriamo che questa collaborazione duri nel tempo!

CMZ: Quanto è importante per voi internet nell’ambito musicale
MCG:
Purtroppo, attualmente gira tutto intorno a internet per quanto riguarda la musica. Dico purtroppo perché la nostra musica ed il nostro modo di fare rende molto di più dal vivo e quindi non potendo suonare in giro siamo un po’ tristi, ma ci stiamo adattando.

CMZ: Da testi ironici a testi più impegnativi! Perchè questo cambio di rotta?
MCG:
In realtà non è un vero e proprio cambio di rotta, abbiamo deciso da quando nel 2017 è uscito “Giusto Mai” che i Mai Col Germani sono ironici e leggeri, ma possono anche seri e riflessivi, proprio perché noi maicols siamo fatti così.

CMZ: Lascia un consiglio a chi vuole intraprendere la strada della musica!
MCG
:Lasciate perdere! Sto scherzando ovviamente, fare musica è bellissimo soprattutto se è una cosa che una persona desidera ardentemente. Ci vuole tanta pazienza e la consapevolezza che nessuno regala nulla e che quindi per raggiungere i propri obiettivi bisogna lavorare tanto, ma poi i risultati si vedono e quando si vendono danno molta soddisfazione.