Leaden Tears, suonate quello che vi piace, senza preoccuparsi che sia di moda o meno

Leaden Tears è un progetto metal sinfonico gotico nato in Italia.
Diverse esperienze e diversi generi, come la musica classica, il rock, il progressive, l’alternative, influenzano il sound della band, e si fondono con l’aggiunta di atmosfere gotiche e toni metal.
Riff di chitarra si fondono con sintetizzatori e composizioni di orchestra sinfonica, mentre basso e batteria giocano un ruolo fondamentale per raggiungere il perfetto melting pot.
I testi cercano di fornire una riflessione sulla vita moderna attraverso racconti e personaggi fittizi, generalmente tratti dai romanzi e dal mondo della letteratura, spesso con uno sfondo cupo ed elementi gotici. Sono interpretati da Angela, cantante mezzosoprano, e Riccardo, che forniscono una sfumatura contrastante con la sua voce.

CMZ: Ciao ragazzi, prima di tutto vogliamo sapere perché il nome ?
Leaden Tears:
Il nome è stato ispirato da una canzone degli Epica “Blank Infinity”, dove il testo dice “Do you not ever wonder Why these leaden tears will never dry?”. Queste parole ci hanno colpito, a tal punto da sfruttarle come nome per il gruppo che stavamo costruendo

CMZ: Quali sono state le circostanze che hanno dato vita al progetto Leaden Tears ?
Leaden Tears:
Il gruppo nasce da un idea della cantante Angela la quale, presa dalla passione per il genere gothic symphonic metal, ha iniziato un percorso di studio lirico che l’ha portata a formare quella che dal 2016 è la band attuale! Il gruppo si è formato in tempi brevi trovando subito gli elementi per poter partire con delle cover tipo nightwish, epica, delain ecc…con inizialmente due chitarristi, (soluzione che è stata abbandonata quasi subito) e ben presto abbiamo capito che il nostro percorso sarebbe stato quello di comporre pezzi propri!

CMZ: Volete raccontarci di come è nato il vostro debutto “Nobody’s Innocent” e di come si sono svolte le fasi di composizione e registrazione?
Leaden Tears:
Le idee vengono portate in sala prove da Vexel, Francesco e Luigi con delle melodie o semplici accordi poi Nicko mette la parte di batteria. Una volta che abbiamo la struttura è il turno dei cantanti i quali approvano o no l’idea e infine Rik compone quasi tutti i testi! L’album era in fase di composizione da tempo, purtroppo le fasi di registrazione sono state complicate a causa della pandemia covid…

CMZ: Ora che siete arrivati al debutto, pensate di dare presto un seguito a “Nobody’s Innocent”? Insomma, state già scrivendo nuovo materiale?
Leaden Tears:
Certo che si – abbiamo avuto ottimi riscontri da questo primo album e abbiamo già varie idee in preparazione. Ovviamente è tutto materiale top-secret Stiamo anche continuando la promozione dell’album appena uscito, ma purtroppo sono veramente pochi i locali che fanno musica live nella nostra zona.

CMZ: Come si è evoluto il vostro sound dagli inizi ad oggi e come pensate che si evolverà?
Leaden Tears:
Su questo sinceramente possiamo dirti che ad un certo punto ci siamo resi conto di aver trovato un equilibrio di suono che a noi soddisfa e sopratutto sentiamo nostro! Rispetto al passato, abbiamo accentuato la nostra cura meticolosa dei dettagli, sia per quanto riguarda la sezione ritmica che i suoni utilizzati. Non è raro che il gruppo passi un pomeriggio intero per trovare il colpo di rullante o le note più adatte di un passaggio. Un brano non si può dire concluso fino a quando tutti i membri del gruppo non sono soddisfatti di tutte le sue parti, nota per nota, stacco per stacco. Siamo molto esigenti con noi stessi in questo aspetto e questo è uno dei motivi per cui ci siamo presi un anno circa per la stesura del nostro primo album.

CMZ: cinque artisti o band che hanno influenzato il vostro sound !
Leaden Tears:
I componenti del gruppo provengono da mille generi diversi quindi è difficile elencare tutte le nostre band di ispirazione! Di sicuro i nostri pezzi si ispirano al genere Gothic Metal moderno, quindi Nightwish, Epica, Delain, Within Temptation, Evanescence, etc.​

CMZ: Quanto è importante per voi internet nell’ambito musicale
Leaden Tears:
Internet è sicuramente una enorme vetrina per tutti i gruppi musicali emergenti, e anche fonte di ispirazione per ascoltare nuovi brani, tramite siti, blog e portali come spotify o youtube

CMZ: Lasciate un consiglio a chi vuole intraprendere la strada della musica !
Leaden Tears:
Il nostro suggerimento è di suonare quello che ti piace, senza preoccuparsi che sia di moda o meno. Crederci sempre, e alla fine qualche bel risultato arriverà.