La Tessitoria Eco, Passione, dedizione, costanza e pazienza…andate in pace!

La Tessitoria Eco nasce a Bologna. Nel 2018 esce “Ecos”, l’album d’esordio, realizzato con la produzione di Carmelo Pipitone (Marta sui Tubi, ORK, Dunk), Davide Paolini (MCN) e Andrea Brasolin (fonico di Laura Pausini e Festival Sanremo 2020). “Ecos” ottiene buoni riscontri dalla critica, diversi passaggi in radio ed è portato in tour per varie date tra Emilia Romagna e Lombardia.
Con il videoclip “Nato Tardi”, realizzato dall’amico Antonio G. Bruno, si aggiudicano il premio “Popolo della rete” del Tanaliberitutti contest.
Al lavoro per il secondo disco, suscitano la curiosità di Fausto De Bellis (Chitarrista Revenience, Magenta#9), da cui nasce la collaborazione per la produzione dell’album “Nessuno se ne accorge”, che contiene otto brani inediti della band ed un omaggio a Lucio Dalla e Lucio Battisti, con le versioni rivisitate e personali di “Anna e Marco” e di “7 e 40”.
“Normale” è il primo singolo, che anticipa il secondo album della band bolognese, disponibile dal 21 gennaio 2022, su tutte le piattaforme digitali ed in rotazione radio, distribuito da (R)esisto.

CMZ: Ciao ragazzi, prima di tutto vogliamo sapere perché La Tessitoria Eco ?
LTE:
Tessitoria perché ci piace l’idea di “tessere” ovvero unire e tenere uniti i fili dei rapporti fra di noi e le persone che incontriamo nel nostro cammino, “Eco” perché ci piace molto fare l’eco quando siamo in luoghi deserti.

CMZ: “Nessuno se ne accorge”, è il vostro nuovo album! Che generi musicali possiamo ascoltare ?
LTE:
Dal rock, al cantautorato, al blues, al pop: è un insieme di quello che ascoltiamo e amiamo. Ma in fondo chi ci pensa quando si scrive una canzone?

CMZ: Quali sono state le circostanze che hanno dato vita al progetto “La Tessitoria Eco” ?
LTE:
Beh innanzitutto l’umiltà e la modestia e la nostra volontà di diventare i nuovi Pearl Jam ahahah.

CMZ: Elencateci cinque artisti o bands che hanno influenzato il vostro sound !
LTE:
Pearl Jam l’abbiamo detto, poi direi Lucio Dalla, Strokes, Calcutta, Franco Battiato e Gianna Nannini.

CMZ: Quanto è importante per voi internet nell’ambito musicale.
LTE:
E’ fondamentale ormai, alzi la mano chi non ascolta il 90% della musica su qualche servizio in streaming. Dobbiamo però anche aggiungere che siamo dei super amanti dell’analogico e dei giradischi.

CMZ: Lasciate un consiglio a chi vuole intraprendere la strada della musica!
LTE:
Passione, dedizione, costanza e pazienza…andate in pace!