“Have You Lost Your Mind Yet?”, in arrivo il terzo album in studio per Fantastic Negrito

Vincitore di due Grammy Awards nella categoria ‘Best Contemporary Blues Album’ con ‘The Last Days of Oakland’ (2016) e ‘Please Don’t Be Dead’ (2018), l’instancabile e vulcanico Fantastic Negrito è pronto a tornare con ‘Have You Lost Your Mind Yet?’, il terzo album di studio in arrivo il 14 agosto per Cooking Vinyl (Egea Music/The Orchard).
Anticipato da ‘Chocolate Samurai’ – il primo potente singolo il cui video è stato realizzato montando i filmati inviati da tantissime persone in tutto il mondo che hanno risposto alla chiamata collettiva di Fantastic Negrito, mostrando come stanno passando questo lungo periodo di isolamento – e dal successivo singolo, ‘How Long?’, il nuovo album è un riflettore puntato sulle malattie mentali nell’attuale contesto ansiogeno da tecnologia, fornendo al contempo commenti sullo stato politico e sociale dell’America. E’, complessivamente, un album molto personale, forse il disco più personale mai scritto.
‘On the first two albums I wrote about broad topics: the proliferations of gun violence, the evil NRA, gentrification and homelessness, pharmaceutical companies that prey upon the people. On this album I wanted to write about people I knew, people I grew upwith, people whose lives I could personally affect, and whose lives have impacted me. It was the hardest album I’ve ever written’ – Fantastic Negrito
La musica di Fantastic Negrito trasuda schiettezza, tra black music, roots, punk e blues: ogni brano racconta la vera storia del musicista di Oakland che ha vissuto i massimi di un contratto discografico da un milione di dollari, i minimi di un incidente d’auto quasi fatale ed è ora nel mezzo di una rinascita che lo ha portato dalle strade di Oakland al palcoscenico mondiale.
Interamente scritto e prodotto da Fantastic Negrito, ‘Have You Lost Your Mind Yet?’ vede la collaborazione di Nahuel Bronzini al mixer, già al lavoro sul precedente ‘Please Don’t Be Dead’, ed i feat. di Tank and the Bangas e della leggenda del rap della Bay Area E-40.