Giulio Cazzato, un inno alla vita, alle passioni che ciascuno di noi ha

Giulio Cazzato si presenta al pubblico con il nuovo video “Rimarrai poesia”, disponibile su Youtube dal 22 aprile. Una canzone ben scritta, composta e prodotta, attraverso la quale il cantautore svizzero di origini salentine parla di amore senza risultare scontato. Gli abbiamo rivolto alcune domande per saperne di più.

CMZ: Ciao! Rimarrai poesia è il tuo nuovo singolo. Già dal titolo si intuisce che è un brano “criptico”. Partiamo proprio dal titolo quindi: cosa significa?
Giulio Cazzato:
Ciao! Nel testo e nella musica c’è tanto da scoprire. Partiamo dal fatto che nulla può frenare un sentimento o un amore. In “Rimarrai Poesia” questo concetto viene spogliato e descritto in tutto il suo splendore. Tutti i nostri grandi amori e forti sentimenti rimangono impressi nella mente o a volte scritti su un foglio, indelebile, come una poesia.

CMZ: Possiamo dire che Rimarrai poesia è una canzone d’amore. Magari anche autobiografica?
Giulio Cazzato:
La musa ispiratrice è di certo l’amore, ma non un momento particolare della mia vita. L’amore nella sua totalità ed immensità, verso una ragazza, una figlia, una madre, mi piace immaginarlo così. La difficoltà che spesso può esserci nel vivere un rapporto, nelle più svariate problematiche che la vita ci mette davanti.

CMZ: Come sei arrivato a plasmare il sound del brano?
Giulio Cazzato:
È una canzone nata di getto in un pomeriggio, in modo naturale e spontaneo. Sapevo già da subito quale sound ed arrangiamento improntargli.

CMZ: Hai lavorato con Lasala e Fognini. Come è nata questa collaborazione e quanto ti hanno aiutato?
Giulio Cazzato:
Sono contento di aver incontrato Davide ed Andrea per aver dato vita e valorizzato al meglio questo progetto che avevo nel cassetto da un po di tempo. La straordinaria forza dei social direi. Seguivo da tempo il profilo Instagram di Davide Lasala “Edac Studio” e ascoltando i suoi lavori mi sono convinto che era lo studio adatto a me. Da li a poco, dopo averlo contattato e avergli inviato il materiale per l’ascolto, abbiamo iniziato a lavorare a distanza (Covid) per gli arrangiamenti. Un bel lavoro di squadra. Mi hanno capito fin da subito. Gli ho lasciato carta bianca in tutti i pezzi, volevo la loro visione ed interpretazione. È stata una buona idea, sono uscite fuori delle cose bellissime..hanno messo tutta la loro esperienza e professionalità senza invadere, cambiare il mio stile ed il sound che avevo in testa.

CMZ: Il video di Rimarrai poesia è molto suggestivo ed opera di Roberta Stifini. Che significato ha?
Giulio Cazzato:
I due elementi che ci guidano nella chiave di lettura sono la ragazza adolescente Giulia e il barbagianni. Rappresentano la trasfigurazione dell’inconscio incerto che tramuta in coscienza, fino a divenire consapevolezza. L’inconscio, viene Identificato nell’animale per antonomasia simbolo di saggezza, forza e amore. La coscienza invece, danza su passi indomabili, già sicuri della propria strada, attendendo che l’inconscio concretizzi la mossa da attuare, andare via.

CMZ: Sappiamo che il 6 maggio pubblicherai il disco La mia sola libertà. Cosa troveremo in questo nuovo lavoro?
Giulio Cazzato:
“La Mia Sola Libertà” è un inno alla vita, alle passioni che ciascuno di noi ha. Nella maggior parte dei casi e nel mio specifico sono quelle che ci aiutano ad andare avanti nel vivere quotidiano, a non mollare, a non cadere nel buio più profondo. Solo grazie alla musica assaporo il gusto di ciò che, nel mio profondo, associo alla “vera libertà”. La musica come evasione, consapevolezza, crescita e costante fonte d’ispirazione. Amore e Libertà sono i due temi portanti in questo album.