Fuori “Fendinebbia” di Xavier Pompelmo

Xavier Pompelmo, cantautore ritenuto scomparso in circostanze misteriose negli anni ’70, in realtà è vivo e vegeto, ha meno di 40 anni e scrive canzoni. Dopo essere “resuscitato” con “Nebulosa”, oggi torna con “Fendinebbia” il suo secondo ma forse ultimo inedito.

“A volte ci sentiamo un po’ indietro rispetto al mondo, non reggiamo il passo, ripensiamo a tutto quello che potremmo migliorare per superare le nostre sette fatiche di Ercole.
Da domani sveglia presto, spalle dritte e petto in fuori, puntare l’obiettivo.
Incredibilmente funziona, quasi sempre, volere è potere.
Ma poi incontri una stronza che ti ricorda quanto sei insignificante.
E ricominci a bere e a fare le tre di notte”.

Che dire di Xavier? Le sue disavventure e gli intrecci sulla sua vita, tramandate negli anni, hanno finito per diventare leggenda.
Ritrovati i suoi diari, lasciamo ai suoi aforismi il compito di presentarvelo:
“Sono nato stanco, e non mi sono più ripreso.
Se hai paura di invecchiare vuol dire che sei già vecchio.
Piangersi addosso è una manna dal cielo, risparmi sulla bolletta dell’acqua, e ne esci pulito.
Fissando il muro bianco, è tutto più chiaro.
Mantengo un basso profilo destro, ma il sinistro è più fotogenico.
Per me l’amore vero è solo mentre lo canto.
Quando tutti riusciremo a dare il peggio di noi stessi, scopriremo di avere molte più cose in comune.”

CREDITS
Scritto e prodotto da Xavier Pompelmo
Missato e Masterizzato da Andrea La Scala presso Mad Music