Emoji Of Soul , disponibile in cd ed in digitale, venerdì 11 giugno, il disco omonimo d’esordio del progetto potentino

Anticipato dal singolo “Tutto l’amore che avremo”, esce in cd ed in digitale, l’11 giugno 2021, il disco omonimo d’esordio del progetto potentino Emoji Of Soul, pubblicato e distribuito da (R)esisto.
Così la band lucana presenta il disco: Questo EP nasce dall’esigenza di esprimersi, dall’ascolto del proprio istinto e la volontà di mettersi alla prova dopo anni di musica di altri artisti suonata a un pubblico vario, a volte divenuto familiare; nasce nella costruzione di testi e linee melodiche che fondono stili e ascolti di tutta una vita che si intrecciano dando vita alla propria visione personale che fonde blues e dream pop, per lasciar spazio alla volontà di divertirsi e sognare ma anche pensare, con ritmi ipnotici, frasi ripetute, chitarre sospese e voci soul, nell’intreccio di cori e fraseggi, a tratti nostalgici, ma sempre moderni, nel sound a volte
elettronico.

Tracklist:
01 Perché
02 Mi nascondo nei desideri
03 Tutto l’amore che avremo
04 Non svegliarmi

Emoji of Soul nascono dall’incontro di Emanuela De Canio e Stefano Volini. Nel 2009 la band Metrono, di Stefano, è alla ricerca di una cantante e viene scoperta Emanuela, iniziando un’avventura musicale che li porta a suonare in vari locali e festival nella provincia di Potenza, capoluogo della Basilicata, da cui provengono entrambi.
L’unione artistica con la band termina nel 2011, ma Stefano ed Emanuela restano sulla stessa lunghezza d’onda, continuando a suonare insieme, soprattutto in acustico, reinterpretando classici e non della musica blues e jazz, di cui sono appassionati.
Si trasferiscono a Bologna per gli studi, continuando a suonare, così nasce l’esigenza di scrivere canzoni proprie e successivamente di farsi ascoltare da un orecchio esterno competente; così l’invio di un provino a (R)esisto Distribuzione, che si mostra da subito interessata alla crescita del progetto, aiutando a tirar fuori tutto il potenziale sonoro e comunicativo, con un lavoro che culmina nella registrazione del primo EP della band, presso il
Natural Headquarter Studio di Ferrara, dove sono stati prodotti alcuni dei maggiori dischi indie italiani.