Crea sito

Effemme – “Voyage”

Classe 1971 di Vercelli, stiamo parlando di Marco Fantin moniker Emmeffe, il quale muove i primi passi sin da piccolo appassionandosi alla musica, imparando a suonare diversi strumenti con curiosità e passione. Dopo una parentesi di tutto rispetto con la sua rock band degli Infrared, Effemme decide di voltare completamente pagina dedicandosi alla musica sperimentale e ambient e lo fa pubblicando un brano inedito “Voyage” preceduto dal suo album di debutto “Trust”.

Se penso ad un viaggio mi viene spontaneo associarlo all’idea di movimento in ogni sua forma, che sia compiuto da esseri umani, oggetti, animali, elementi naturali. “Voyage” conduce in un mondo senza confini e senza tempo, un universo liquido, gassoso, denso, nebuloso, dove tutto fluttua, si avvolge e si distende flessuosamente in un movimento ipnotico che dalla profondità si prepara ad arrivare in superficie, un po’ come quando veniamo al mondo. Racchiude in sé il mutamento, l’esplorazione, lo sviluppo, la crescita: tutto ciò che in questo momento rappresenta per me questa mia avventura musicale

Ecco come descrive Marco questo suo brano, noi vogliamo aggiungere che questa traccia è un concentrato di semplicità e minimalismo, dove i suoni inseriti regalano vibrazioni ambient di tutto rispetto. Un sound generale scuro, illuminato a tratti da sapienti innesti melodici che non appesantiscono l’ascolto. Un fluttuare verso dimensioni surreali, ecco cosa ci ha trasmesso “Voyage”, un brano da ascoltare con lo sguardo rivolto al cielo a scrutare le stelle perché è lì che forse il bravo Marco vorrebbe farci arrivare e noi con gli occhi chiusi e la mente libera, ci apprestiamo a ripartire per un secondo ascolto, perché abbiamo la fortuna di evadere la realtà per ben cinque minuti. Ascoltatelo, ne vale la pena.

Streaming – https://open.spotify.com/album/1U9mNl9rFM8XDUnOYMfwId

REDAZIONE

Close
Social profiles