Carlo Addaris – Metamorfosi (Recensione)

Carlo Addaris, cantautore sardo, presenta alla critica ed al pubblico un lavoro dal sapore elettronico (al punto giusto) che spazia da armonie quasi Battiatiane a veri e propri fraseggi elettronici e quasi mai del tutto cupi.

La metodicità con cui si occupa delle piccole cose e del piccolo mondo che ci circonda fa ricordare a volte la cura dei dettagli di Colapesce o del cantautorato moderno misto però ad un giusto tocco di sperimentazione. “Metamorfosi” probabilmente è un album di transizione che permettere al cantautore di fare un successivo passo in avanti verso una produzione ancora più matura in cui sperimentazione e scuola classica troveranno una nuova e splendente identità.

L’album è ben fatto e pieno di ottimi spunti che però dovranno esser valorizzati nel prossimo lavoro così da poter rispecchiare al cento per cento la vera identità di Addaris.

“Metamorfosi” è un buon lavoro in cui un buon sound regna sovrano indiscusso ma che ha bisogno di un degno successore per poter dare giustizia ad una carriera, come quella del cantautore, dove la molta esperienza potrà dare la giusta spinta a qualcosa di bello e che rimarrà impresso nelle menti di molti.

https://www.facebook.com/carloaddarisofficial/
https://open.spotify.com/artist/6Tigab3iXbJsGwVxTA9DPU