“Blusanza”, l’album di debutto di Setak, vince il Premio Loano Giovani

E’ Blusanza, l’album d’esordio di Setak, il vincitore del Premio Loano Giovani 2020.

Il riconoscimento – che rientra tra quelli che il Premio Nazionale Città di Loano per la Musica Tradizionale Italiana attribuisce alle proposte musicali che intrecciano la ricerca, il recupero e la valorizzazione della cultura musicale “tradizionale” con la nuova interpretazione della musica popolare – viene assegnato da una giuria di giornalisti musicali specializzati, operatori del mondo della musica folk e musicologi, ed è riservato alle opere prime o seconde di artisti sotto i 35 anni uscite nell’anno solare precedente.

Ricevere un premio vuol dire che li da qualche parte a qualcuno è arrivata l’emozione che volevi trasmettere dice Setak. E’ questa la cosa che mi rende particolarmente felice. Non vedo l’ora di vedervi tutti a Loano. Grazie di cuore.

Il titolo dell’album, “Blusanza”, ovvero blues e transumanza, sentimento e appartenenza, vuole intendere una condizione dell’anima, uno sguardo sul mondo, la ricerca delle radici e gli spostamenti continui, nella ricerca continua di un nuovo futuro. Attraverso questo “meticciato dell’anima”, Setak riesce a scavare nei ricordi, trovando emozioni potenti e senza tempo grazie alle quali, anche gli ascoltatori, possono orientarsi e riconoscersi.

BIOGRAFIA SETAK

Setak, pseudonimo di Nicola Pomponi, è un chitarrista e cantautore abruzzese. Lo pseudonimo è un riferimento al soprannome della sua famiglia “lu setacciar”.

Nel 2019 esce il suo primo disco solista “Blusanza” interamente cantato in lingua abruzzese ma dalle sonorità internazionali. Il disco è finalista alle “Targhe Tenco” e finalista al Premio Parodi nel quale riceve il premio come “migliore reinterpretazione di un brano di Andrea Parodi”. Blusanza ha vinto il Premio Loano Giovani 2020.