“Belladonna (Adieu)”, il singolo d’esordio di Blanco

“Belladonna (Adieu)”, il singolo d’esordio di BLANCO è disponibile su tutte le principali piattaforme digitali per Island Records/Universal Music Italia.

BLANCO, all’anagrafe Riccardo, classe 2003, è un artista di Brescia. Nonostante la giovanissima età viene notato da Island Records, diventando una tra le più giovani promesse di Universal Music. BLANCO si avvicina alla scrittura quasi per caso, dedicando il suo primo brano ad una ragazza come esperimento fine a se stesso per poi scoprire un talento innato e spontaneo per la musica. Proprio attraverso la musica scopre di potere esprimere due lati di sé completamente opposti e apparentemente inconciliabili: l’energia folle, irrazionale, disordinata, esagerata di un ragazzo che vive d’istinto e che ama stare al centro dell’attenzione contrapposta ad una profondità ed una sensibilità spiccatamente reali e genuine. Questa dicotomia si riflette nella sua musica con brani che toccano l’aggressività del punk contrapposti a canzoni dalle sfumature più melodiche, intime e delicate. Lo stile di BLANCO non è incasellabile in un genere definito come non lo sono le sue influenze. La sua musica parla senza retorica con un linguaggio crudo e selvaggio seguendo la linea tracciata da una catena di pensieri che rompe gli schemi, accompagnata da una voce che si riconosce all’istante.

“Belladonna (Adieu)” nasce da un flusso di coscienza mosso dall’inarrestabile voglia di fare musica che spinge BLANCO a scrivere in certi momenti. L’idea del brano ha inizio da una riflessione sui rapporti tossici in amore e in amicizia resa, poi, dal racconto surreale ed estremizzato del legame tra due persone, un legame vissuto senza equilibrio dove i protagonisti scelgono deliberatamente di distruggersi, da un lato l’oppressione dall’altra la metafora dell’avvelenamento. “Belladonna (Adieu)” racconta quel filo sottile che divide l’amore dall’odio nei rapporti disfunzionali senza banalizzarne le dinamiche ma con un racconto crudo e diretto accompagnato dalla potenza della produzione di Michelangelo.