?Alos e Xabier Iriondo: “Gelosia” è il secondo singolo del nuovo EP “Coscienza di sé”

Stefania Pedretti, in arte ?Alos, e Xabier Iriondo non hanno bisogno di presentazioni. Lei è attiva dal 2003 con il suo progetto da solista, ?Alos appunto, ed è protagonista con Bruno Dorella della band OvO, oltre che fondatrice delle Allun. Lui ha fatto parte dei Six Minute War Madness ed è chitarrista degli Afterhours, nonché manipolatore sonoro di formazioni come Uncode Duello, A Short Apnea, Bunuel, The Shipwreck Bag Show, Immaginisti, Todo Modo e molti altri.

Pubblicato il 12 aprile 2019 dalle etichette Sangue Disken (Milano) e Cheap Satanism (Bruxelles), in vinile e digitale, Coscienza di sé è il loro nuovo disco in duo – la terza uscita realizzata fianco a fianco dopo il 7” omonimo del 2011 e l’album Endimione del 2012 – ed è dedicato interamente a Emma Goldman, scrittrice e filosofa statunitense di origini russo-lituane. I testi delle cinque tracce si rifanno direttamente alle sue parole, rivoluzionarie nel propagandare libero pensiero, anarchia e femminismo dalla fine dell’800 al 1940 della sua morte ma purtroppo “necessarie” persino nel presente. “Abbiamo iniziato a registrare i pezzi nel 2018, quando il femminismo stava riprendendo linfa vitale, anche grazie al movimento Non Una di Meno. Tutto, poi, è giunto a maturazione. I concetti gridati dalla Goldman, cento anni fa, non sono mai stati così attuali. Crediamo che in questo momento storico sia ancora più importante che nella musica si torni a parlare di politica”. Stefania Pedretti si è sempre confrontata con tematiche femminili durante il suo percorso artistico, ma mai in modo talmente esplicito. La sfida dell’utilizzo della lingua italiana, uno degli elementi-chiave della sua collaborazione con Iriondo, rende la comunicazione più vigorosa. Mentre lei canta, declama e urla, con la voce elaborata attraverso un vocoder, mentre si fa carne per il verbo della Goldman suonando anche i synth, Xabier Iriondo si concentra sul basso – la sua arma principale in questa avventura a due – e su una drum machine dei primi anni 70. Il risultato è un sound moderno, legato all’avanguardia. È un cyberpunk esoterico munito di una sua peculiare immediatezza. “L’obiettivo era mantenere potenza e ferocia tramite strumenti non propriamente legati al rock nella sua forma tradizionale. Coscienza di sé è il nostro lavoro più popolare. Volevamo usare l’elettronica e ritmiche talvolta ‘accattivanti’ per fare arrivare a destinazione contenuti molto forti e significativi, soprattutto ora. Auspichiamo se ne possa discutere”.

Gelosia è il secondo estratto da Coscienza di sé: “Considerando i numerosi casi di femminicidio e violenza domestica, oggi la gelosia è un argomento di grande rilevanza”. Quella gelosia che, a detta della profetica Goldman, “mente, bara, inganna e uccide”. Il singolo traina Gelosia EP, masterizzato da Giovanni Versari, in anteprima streaming su Rockerilla e in uscita su tutte le piattaforme digitali il 20 settembre 2019 per Sangue Disken. In scaletta, oltre alla versione originale del brano, ci sono quattro conturbanti ed eclettici remix firmati dal producer e sperimentatore elettronico Mario Conte (fondatore del collettivo Phone Jobs e al suo esordio in proprio con Overtones del 2014, già al lavoro con Meg, Colapesce, Alfio Antico, ecc.), dal musicista e sound designer Luca Maria Baldini (autore di numerose colonne sonore e attivo come solista) e dal compositore e progettista multimediale Riccardo Castaldi (MOLTEDO, Love Me Thunder).