“Alla fine volevo solo pagare una cena a mia madre”, l’album di debutto di Bucha

“Alla fine volevo solo pagare una cena a mia madre” è il primo album di Bucha, progetto del giovanissimo romano Giorgio Di Mario, in bilico tra cantautorato e rap.

Questo lavoro è partito nei primi mesi del 2017 a Brescia, nello studio di Lgnd, giovane produttore della scena rap, con la supervisione di Bosca. A metà stesura, però, Giorgio ha sentito il bisogno di nuove esigenze: “di inserire in quello che facevo degli strumenti, poiché il beat non mi bastava più, che avevo bisogno dei miei tempi musicali, che volevo lasciare più spazio alla musica, è stata una scena difficile ma ho deciso di ri-lavorare quasi tutti i brani da capo. Allora ho incontrato Xavier Pompelmo, e con lui abbiamo creato un vestito diverso a quelle canzoni. Ne è uscito un prodotto molto a cavallo tra il mio passato e quello che, spero, sia il mio futuro”.

Giorgio è un 23enne molto diverso dai suoi coetanei e questo primo album parla “di quanto amo Roma vuota a ferragosto; di quando faccio finta di capire di vini nei ristoranti; di quanto mi piacesse litigare con la mia ex; di tutti i viaggi che affronto; del fatto che faccio tre lavori; di quanto amo scappare e di tanti altri sogni, problemi e sbattimenti”.

TRACKLIST
01) RIVOLUZIONE
02) TI HO VISTA DOVE
03) 500
04) ALL STAR
05) COME ME
06) SURREALISTI
07) ROTAZIONE
08) DON CHISCIOTTE
09) CAPODOGLIO 216

CREDITS
Prodotto e arrangiato da Xavier Pompelmo
Tranne “All Star” prodotto da Stefano Borzi e Xavier Pompelmo – “Rotazione” prodotto da Bosca, Lgnd e Xavier Pompelmo – “Ti ho vista dove” e “Don Chisciotte” prodotto da Lgnd e Xavier Pompelmo
Voci registrate da Stefano Borzi @Stemma Studios
Synth by Yuri Barilaro
Vocalist su “Capodoglio 216” Eleonora Tosto
Missato da Mirko Cascio @Stemma Studios
Masterizzato da Daniele Sinigallia @Gli Artigiani Studio
Edizioni musicali: Stemma Srl
Etichetta discografica: Stemma Records
Distribuzione: Believe Digital
Management: Stefano Borzi info@stefanoborzi.it
Assistant Manager: Giovanni Romano