Alex e il suo messaggio agli Angeli

Alessandra Cappon, in arte Alex, è una cantante italo-americana.
Interessata fin dall’infanzia alla musica, grazie alla famiglia, Suo padre, cantante anche egli, ha condiviso con Alex la passione per il jazz e di artisti come: Frank Sinatra, Dean Martin, Tony Bennett e con il fratello e la sorella maggiore, è stato condiviso l’interesse per musiche più alternative e rock.
Nella sua prima adolescenza ha trovato modo di esprimersi attraverso la passione e la forza della musica rock ma anche pop e in artisti come: The Cranberries, Skunk Anansie, AC/DC, Evanescence, P!nk, No Doubt, Amy Winehouse, etc, mantenendo però sempre una parte di interesse musicale, anche in quegli artisti degli anni ’50-’60 amati dal padre.

CMZ: Alessandra Cappon in arte Alex c’è un aneddoto o una storia curiosa dietro il tuo nome d’arte oppure semplice comodità ?
ALEX:
Alex è il soprannome che mi ha sempre dato, fin dall’infanzia, mio padre. Ha vissuto tantissimo tempo negli States e gli è rimasta la tendenza nel parlare e chiamare, me, mia sorella e mio fratello, con nickname americani. Successivamente anche i miei amici mi hanno sempre soprannominata Alex. Così poi, l’ho mantenuto anche come nome d’arte con le varie band e anche da solista. Mi suona molto più familiare questo che quello di battesimo!! ehehe

CMZ: “Dì Agli Angeli”, il tuo nuovo singolo ha una matrice rock dalle molteplici influenze e sperimentazioni che raggiungono punte pop !
ALEX:
“Dì Agli Angeli” è sì, un brano rock melodico, con punte pop. È in lingua italiana ed è stato registrato solo a giugno 2020, a Venezia. Ha sonorità e stile indubbiamente diversi dai lavori precedenti, poiché li cercavo ma anche perché è stato il frutto di una nuova collaborazione. Ho lavorato, a (moolta) distanza, con il produttore e chitarrista di New York: John Campos, in arte : “One Mind Music”.
John è stato molto professionale e ha dimostrato la sua bravura nel capirmi seppur la lontananza e non abbiamo avuto modo di conoscerci bene e di persona, soprattutto. Credo che tutto questo sia da lodare e sia dovuto al fatto che di musica ne sa molto ed infatti è membro dell’organizzazione statunitense di musicisti, produttori, audio engineer e altre professionalità del campo musicale: The Recording Academy. L’organizzazione è nota perché conferisce i Grammy Awards.

CMZ: Chi sono i tuoi compagni di viaggio in questa avventura musicale ?
ALEX:
Come ho appena detto, John è stato IL mio compagno di viaggio in questo progetto. Ma anche Danilo Costantini, chitarrista veneziano che mi ha aiutata nella primissima stesura. Mariano Nason, amico e compositore veneziano anche lui, che mi ha aiutata nella registrazione della parte cantata.

CMZ: Elencaci cinque artisti o bands che hanno influenzato il tuo sound !
ALEX:
In ordine d’importanza sono state (tutte donne…ehehe) d’ispirazione sempre e in questo nuovo singolo:
1 Amy Winehouse per il lato soul e malinconico.
2 P!nk per la grinta nel dimostrarsi per quel che si è e per il porsi sempre domande nella vita.
3Gianna Nannini per la voce un po’ rauca e soprattutto rock!
4Lady Gaga i suoi singoli “Joanne” e “I’ll Never Love Again”, mi hanno aiutata nella stesura di “Dì agli Angeli”
5 Janis Joplin (vedi n°2 P!nk)

CMZ: Senza etichetta discografica per scelta ?
ALEX:
Si. Ho passato molto tempo credendo di non riuscirci, di non avere le capacità, ma dopo l’esperienza accumulata negli anni e vedendo come si sta evolvendo la scena musicale, ho pensato di provare a gestirmela da sola e credo che, almeno fin’ora, ci sono riuscita abbastanza. Mi sono organizzata ed appoggiata ad una distribuzione e a un ufficio stampa e alcune interviste radiofoniche e non solo, le ho organizzate con abbastanza facilità. Credo sia la determinazione, quando esce da i suoi frutti!

CMZ: Quanto è importante per te internet nell’ambito musicale?
ALEX:
Come ho già in parte risposto alla domanda precedente, se riesci a capire, almeno quanto basta, come funziona internet e le possibilità che può dare, beh può essere molto importante. Però io sono soprattutto per i live, il confronto con il pubblico e le emozioni. Farsi promozione in internet va bene, ma per il resto, un bel live tra la gente, resta il N°1!

CMZ: Alex dal vivo, dove ti possiamo venire a vedere ?
ALEX:
Se il tempo ma soprattutto, l’emergenza sanitaria tutt’ora in corso, lo permetterà: il 18 ottobre prossimo, ci sarà un evento tutto in rosa, per le donne, al Lido di Venezia. Al momento mi sto organizzando per ingaggiare un chitarrista che sia disponibile nel presentare, con me “Dì Agli Angeli” in acustico, assieme ovviamente ad atri brani in tema con l’evento. Ed anzi, se qualcuno leggendo questa intervista si vuole proporre ben venga!! Mi può contattare tramite i social @AlexBluesGirl!

CMZ: Lascia un consiglio a chi vuole intraprendere la strada della musica !
ALEX:
Di essere onesto/a con sé stesso/a. La musica richiede dedizione e non deve essere presa con superficialità o leggerezza. Il lavoro che vi è dietro ad una singola canzone, un album, un concerto, un’interpretazione, una promozione è tantissimo e richiede passione e dedizione, soprattutto perché ti porterà ad affrontare in maniera diretta molte circostanze, spesso non facili. Ma le soddisfazioni sono tante se si persevera con determinazione.