“Agave”, è il nuovo singolo di Vespro, fuori per la nuova etichetta Kumomi

Esce per Kumomi (distr. Artist First), la nuova realtà urban milanese, il nuovo singolo di Vespro (per la produzione di OMAKE) dal titolo Agave. Un nuovo capitolo che segue i primi singoli dell’artista napoletano classe 1996, entrambi pubblicati a cavallo tra il 2019 e 2020, e la partecipazione con 5 brani a DEMOTAPE [intermezzo], lavoro collettivo di Kumomi uscito durante il lockdown, è arrivato un nuovo singolo che anticipa la pubblicazione di un primo lavoro ufficiale.

Il nome del brano viene dall’omonima pianta che fiorisce una volta sola nella vita, per poi morire. La contrapposizione nelle liriche tra l’eleganza dall’agapanto e la spinosità dell’agave simboleggia la volontà di mettere a nudo tanto i lati più luminosi di Emanuele (Vespro), quanto quelli più oscuri. Se nella vita le lacrime si celano dietro ai petoli di fiori, nel brano vengono confessate tutte le paure e le fragilità dell’artista. Questa dicotomia si ritrova anche nella produzione di OMAKE, che assecondando il cantato di Vespro esula dagli stilemi classici dell’r&b per ddare vita a una composizione che alterna orgoni e pianoforti alle sonorità anni Ottanta per esprimere al meglio tutte le sfaccettature e le emozioni del brano.

Emanuele Daniele Ruffo aka Vespro, nasce a Napoli il 26 Novembre 1996.
Cresciuto ascoltando r&b e hip hop, muove i suoi primi passi nella musica sin dall’età di 16 anni. Partito come rapper conscio, inizia a sperimentare sonorità più melodiche, anhce grazie alla collaborazione con il producer Omake. L’11 Gennaio 2019 esce il suo primo singolo interamente cantato dal titolo 512. Da quel momento inizia il sodalizio con Kumomi che lo parta alla scopertà di sonorità a cavallo tra l’r&b, il pop e la musica elettronica.

Il 2020 è l’anno di KUMOMI
In Kumomi l’artista e la sua musica sono al centro di tutto. Sempre.

Dopo un 2019 in cui è stato un piccolo contenitore di idee, è il 2020 l’anno in cui Kumomi diventa a tutti gli effetti una casa discografica. L’idea nasce dalla fusione delle due anime del suo fondatore Francesco Caprai: da una parte in veste di direttore artistico e produttore sotto lo pseudonimo di OMAKE, dall’altra l’esperienza di Francesco maturata in quasi dieci anni come addetto ai lavori nell’industria musicale. Si uniscono alla sfida lanciata da Francesco gli altri due terzi di Kumomi: Daniele Piccoli come Label Manager e Arianna Puccio come Creative Director e responsabile della comunicazione dell’etichetta e dei suoi artisti. Tutti e tre sono cresciuti all’interno di quella che una volta era la “scena indipendente”, fatta da etichette e musicisti, ma prima di tutto da persone. La missione è quella di allontanarsi dalle congetture e dai prodotti commerciali, ritornando a lavorare su quella che è l’unica protagonista: la musica, troppo spesso passata in secondo piano. In Kumomi l’artista e la sua musica sono al centro di tutto. Sempre. Il resto sono strumenti che non devono mettere in secondo piano l’artista, ma devono essere utili ad esprimere al meglio la personalità e la vena creativa. In questo è stata fondamentale la partnership con Artist First, leader nella distribuzione indipendente in Italia, che ha creduto in questo progetto fin dal suo stato embrionale e che non ha posto vincoli sul tipo di musica e realtà da proporre. Un riconoscimento importante e un attestato di fiducia che dà ulteriore forza alla visione che sta al centro di Kumomi.