Absynthe Effect – “Frozen Statue In The Sun”

Gli Absynthe Effect pubblicano il loro Ep di debutto “Frozen Statue In The Sun” di quattro brani. Un percorso breve che unisce delle ottime liriche in inglese ben combinati da innesti ruvudi così da ottenere un alternative rock con richiami vagamente grunge.
Un cd semplice, senza troppi artefatti ma che arriva dritto al punto lasciando un bel segno indelebile già ad un primo ascolto. Idee chiare e spunti degni di nota questo è quello che potrete ascoltare in questo ep, mostrando una maturità compositiva e tecnica al di sopra di ogni dubbio.
Una band, dalle mille potenzialità che riesce a creare un lavoro, più unico che raro e che porterà decisamente ad ottimi risultati e “Frozen Statue In The Sun” ne è l’esempio.
Musicalmente parlando siamo difronte a sonorità martellanti addolcite da melodie generate da chitarre ben costruite e soprattutto ben sostenute da una linea vocale preparata che dà manforte al resto della band la cui sinergia è comprovata da ottimi spunti musicali assolutamente originali che convogliano i diversi stili musicali dei singoli musicisti.
“Frozen Statue In The Sun” è un album suonato con sentimento, che riesce a creare la giusta atmosfera, per poter gustarsi tutti e quattro i brani.
Un album che non farà fatica a rimanere impresso nella mente, proprio per questa sua semplicità. Dinamiche perfette, variazioni di tempo originali, sana cattiveria che accompagnano questi quindici minuti circa di musica, in un viaggio verso dimensioni surreali.
Doveroso mensionare i “colpevoli” di questo progetto che sono principalmente Stefano Soggiu alla chitarra e Gavino Santoni al basso perchè autori della nascita nel 2017 degli Absynthe Effect i cui complici saranno in seguito Andrea Biosa alla chitarra e Marco Stizza alla batteria.
Un debutto con i fiocchi che vince e convince, ascoltare per credere.

REDAZIONE